4 consigli per inventarsi un lavoro senza fallire

L’evoluzione tecnologica, in combinazione con la crisi economica, ha stravolto il mercato del lavoro cancellando vecchie professioni soppiantate da nuovi mestieri ad elevata qualificazione tecnica. Se dapprima era facile aprire un negozio o fare l’operaio presso una fabbrica, trovare un impiego, attualmente, sembra proprio un terno al lotto. A maggior ragione se si supera quella soglia di età che discrimina quei soggetti, potenzialmente idonei, che vengono esclusi perché non più giovani. Gettare la spugna sarebbe da vigliacchi, ma inventare vie alternative potrebbe essere la soluzione migliore per far fronte al problema del lavoro. Nonostante sia rischioso investire oggi in un’attività ideata di sana pianta, esistono alcuni settori che potrebbero rivelarsi redditizi, dove inventarsi un lavoro diventa l’alternativa ad una vita di sconfitte. Per ulteriori approfondimenti si visiti il sito CFS360 – a questa pagina – per esaminare gli aspetti più importanti.

Inventarsi un lavoro: come fare?

Non è semplice inventarsi un lavoro, soprattutto in un sistema legislativo che disciplina peculiarmente ogni tipo di professione istituendone albi, classificazioni economiche, statuti e trattamenti previdenziali. Esistono attività ritenute ai limiti della legalità, ed altre non ancora inquadrate nei vari settori. Prima di inventarsi un lavoro è necessario verificare se esso sia legale o meno perché, nonostante la buona fede di chi tenta una via alternativa per sbarcare il lunario, si potrebbero violare leggi e diritti di terze persone.

Altro elemento da tener conto riguarda la classificazione dell’attività economica che si vuole intraprendere. Nonostante si tratti di inventarsi un lavoro, ogni professione è inquadrata in una tipologia più ampia, che consente l’attribuzione di un codice ai fini fiscali. Infine bisognerà appurare che non esistano obblighi circa il possesso di attestati di idoneità (come per l’estetista), in assenza del quale si può incorrere in sanzioni amministrative.

Investire oggi per inventarsi un lavoro: quali sono i settori migliori?

Prima di inventarsi un lavoro sarebbe opportuno tentare di studiare la domanda e l’offerta esistenti sul mercato. In altre parole una corretta valutazione di quanti potrebbero essere i potenziali clienti, quali sono le loro esigenze e qual’è il grado di concorrenza nel settore di riferimento eviterà eventuali fallimenti.

Non si può investire oggi per inventarsi un lavoro come fashion blogger o food blogger. I settori della moda e del cibo sono sdoganati da professionisti di rinomanza mondiale. Tentare questa strada sarebbe un azzardo. Allo stesso modo lo sarebbe inventarsi un lavoro come artigiano di oggetti fai-da-te e creazioni di bomboniere fatte a mano. Molti e-store vendono prodotti di ogni tipo a prezzi stracciati che travolgono l’artigianato locale.

Il successo di tanti imprenditori si è basato sulla creazione di un’esigenza da parte del cliente. E’ il caso degli sviluppatori delle pagine di Internet, o dei programmatori di linguaggio SEO, ma non solo. Si pensi alla tecnologia, al risparmio energetico, all’utilizzo dei prodotti biologici. Basterebbe solo frequentare forum telematici e social network per avere qualche idea su come inventarsi un lavoro. Infine per investire oggi in maniera sicura bisognerà non porsi, almeno all’inizio, obiettivi impossibili. Gli ostacoli sono tanti e potrebbero disincentivare il prosieguo dell’idea.

Come fare successo con i nuovi mestieri?

Che si è giovani o adulti, il successo di un’idea si basa sulla capacità di sopperire ad un bisogno. In tempi di crisi sono molti i giovani che, in mancanza di un futuro, hanno cercato di inventarsi un lavoro. E’ il caso dei taxi dog e dei taxi pet, un servizio di trasporto animali realizzato da ragazzi poco più che ventenni. Altro esempio sono le start up, come quelle che hanno dato vita a nuovi social network dove migliaia di studenti offrono, gratuitamente o a pagamento, appunti di studio o ripetizioni on line.
Non mancano esempi eccellenti che vedono come protagonisti persone adulte messe fuori dal mercato che hanno tentato, con successo, di inventarsi un lavoro. Si potrebbero citare numerosi casi, come quello della società “mariti in affitto”, dove uomini tutto fare offrono aiuto e supporto nella risoluzione di piccoli inconvenienti domestici. Oppure la creazione di un'”Home Restaurant”, una vera e propria casa-ristorante privata, dove chi ha spazio disponibile e una spiccata dote per la cucina, può aprire le porte a clienti occasionali, offrendo cene e posti a sedere. Due ottime idee per inventarsi un lavoro.
Investire oggi per inventarsi un lavoro non è poi così complicato. Qualche garanzia per ottenere un prestito, una buona conoscenza delle normative in vigore, la voglia di fare qualcosa sono gli ingredienti base per inventarsi, soprattutto, una nuova vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *